101 cose a Roma: le fontanelle di Lombardi
101 cose a Roma: le fontanelle di Lombardi

101 cose a Roma: le fontanelle di Lombardi

Oggi vi porto con me fra le 101 cose da fare a Roma: scopriremo le fontanelle di Pietro Lombardi.

Da quanto tempo non vi racconto uno dei capitoli di questo libro che mi ha guidata nelle mie esplorazioni cittadine? Allora forza! Seguitemi!

Voi siete capaci di riconoscere i Rioni dalle fontanelle di Pietro Lombardi?

Io le ho viste quasi tutte ma non vi svelerò qual è la mia preferita.

Pietro Lombardi fu incaricato, nel ventennio fascista, di definire l’identità dei Rioni della città attraverso una serie di fontane “a tema”. E l’artista si mise a lavoro di buona lena per portare a termine questo progetto.

A Testaccio la fa da padrona la Fontana delle anfore per ricordare l’origine del quartiere legato a monte dei Cocci. Pensate che questa fontana è stata anche spostata dall’originale collocazione ed oggi fa bella mostra di sè in una piazzetta riqualificata e restaurata.

A Ripa invece, antico porto della città, la fontana ha una serie di insegne marinaresche mentre a Trastevere è privilegiato l’aspetto conviviale del vino, con foglie di vite e botticelle.

Vicinissime fra loro la fontana delle Tiare (subito fuori dal colonnato di San Pietro) e quella delle Palle di cannone, a due passi da Castel Sant’Angelo.

E poi la fontana dei libri, vicino Sant’Ivo alla Sapienza e la superba Pigna a Piazza Venezia.

Se invece cercate la fontana degli artisti dovere recarvi in via Margutta, la via degli artisti per antonomasia.

Vi ho incuriositi? Allora correte a vedere queste fontane…e ditemi quale preferite.

Vi è piaciuto questo viaggio fra le 101 cose da fare a Roma almeno una volta nella vita: le fontanelle di Pietro Lombardi!

Per c onoscere altre fra le 101 cose da fare a Roma:

salire sulla cupola;

bere al nasone.

(Foto mia scattata nel 2014!)

9 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *