L’orizzonte ogni giorno un po’ più in là

L’orizzonte ogni giorno un po’ più in là è il libro che mi ha regalato un mio nuovo amico, Gabriele, conoscendo la mia passione per i viaggi.

Una storia autobiografica: Claudio (l’autore) è ingabbiato nella sua quotidianità finché non sì scuote dal torpore e decide di realizzare il suo più grande sogno: fare il giro del mondo.

Lo farà fra avventure, riflessioni, incontri e difficoltà. Lo farà impiegando 3 anni della sua vita.  Tutto ciò senza mai prendere un aereo.

Un interrogarsi sul senso dell’esistenza e un flusso di coscienza non cronologico fra i vari paesi (a tratti ricorda i miei diari di viaggio).

Ma lui ha viaggiato davvero tanto più di me ed ha visto luoghi che chissà io se vedrò mai. Ci vuole coraggio per essere come lui.

Un altro punto di contatto con il mio vissuto è la dimensione dell’incontro: vedere, trovare l’altro, tessere relazioni, creare legami, avere un “amico” in ogni città del mondo, avere incontri possibili in posti impossibili (es. incontrare casualmente conoscenti in un concerto con 45000 persone presenti).

I suoi sono viaggi che fanno sognare e più di una volta le sue pagine mi hanno fatto emozionare e cadere una lacrima fra le righe: quando parla della morte del padre o quando le sue sensazioni su New York e sul museo dell’immigrazione sembra che le abbia scritte io, per quanto sono simili a ciò che ho provato quando ci sono stata.

Ogni pagina è un inno al coraggio ed alla ricerca della felicità, un invito al cambio di prospettiva. Conosco giusto qualcuno che dovrebbe prendere esempio, ma forse la prima sono proprio io.

Claudio Pelizzeni ha scritto anche un altro libro: “Il silenzio dei miei passi”. Ora lo sta leggendo Gabriele…e chissà che a breve non lo legga anche io e ve ne parli.

Altri libri di viaggio:

Claudio Pelizzeni, L’orizzonte ogni giorno un po’ più in là, Pickwick

Per saperne di più seguite l’autore su https://www.triptherapy.net

14 pensieri su “L’orizzonte ogni giorno un po’ più in là

  1. lisatrevaligie scrive:

    Il cambio di prospettiva lo sto mettendo in atto proprio in questi giorni. Credo che questo libro faccia proprio al caso mio, ho bisogno di avere conferme sui miei nuovi orizzonti.

  2. elilovestravelling scrive:

    Non sapevo di questo libro ma penso potrebbe piacermi. Negli ultimi due anni non ho avuto tanto tempo da dedicare alla lettura causa lavoro e studio, ma spero d’ora in poi di riuscire a dedicarmici un po’ di più e con libri come questo non dovrebbe essere difficile 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *