Leonardo Da Vinci, la scienza prima della scienza -Roma, Scuderie del Quirinale-
Leonardo Da Vinci, la scienza prima della scienza -Roma, Scuderie del Quirinale-

Leonardo Da Vinci, la scienza prima della scienza -Roma, Scuderie del Quirinale-

Sara è andata in fissa per Leonardo Da Vinci dopo aver visto uno speciale in tv. Ma ciò che ama non è l’artista in generale ma proprio l’aspetto scientifico della sua personalità. Non poteva quindi assolutamente perdersi questa mostra allestita in occasione dei 500 anni dalla nascita del genio. E noi l’abbiamo accompagnata.

Mi documento: rileggo una monografia dei tempi dell’università (ormai Preistoria) e la pubblicazione che regalano con il biglietto della mostra.

La location delle scuderie del Quirinale è sempre una garanzia, non delude mai anche se si tratta, come in questo caso, di una esposizione un po’ “pesante” e che io, dall’animo più artistico, non ho particolarmente apprezzato nei suoi tecnicismi.

Curata da Claudio Giorgione e realizzata in collaborazione con il Museo Nazionale della Scienza e della tecnologia Da Vinci (maggiore collezione al mondo su Leonardo) e della Biblioteca Ambrosiana (che conserva il Codice Atlantico), la mostra evidenzia le origini della rivoluzione scientifica del 1500.

Il percorso espositivo valorizza, attraverso le varie tappe storiche e geografiche (Milano, Mantova, Roma, Urbino…)dell’artista, le sue connessioni con i contemporanei (es. Leon Battista Alberti, Bramante, ecc.).

10 disegni originali, oltre 200 opere, volumi, modelli storici, manoscritti.

Tutta la mostra è volta a spiegare le innovazioni apportate dall’artista e la sua eredità culturale: l’importanza del disegno, dell’osservazione e del pensiero trasversale.

10 sezioni organizzate attorno ai 10 disegni del Codice Atlantico: le macchine per i grandi cantieri di costruzione; il disegno e la prospettiva; le macchine da guerra; la città ideale; le vie d’acqua; la produzione manifatturiera; le macchine fantastiche(ad esempio quelle per il volo); la riscoperta dell’antico; la biblioteca dell’artista e la nascita del suo mito.

Come dice Mario De Simone, presidente Ales Scuderie del Quirinale, quella di Leonardo non è la somma di più competenze ma un legame intrinseco fra arte e tecnica, fra l’artista ed il naturalista, fra l’umanista e lo scienziato. La scienza per lui è unione di teoria e pratica (come esprime nel Trattato sulla Pittura) ma la sua matematica è piuttosto incerta e frammentata. Ha un vero interesse per la fisica, le proporzioni, l’architettura. È uomo che non smette mai di imparare (anche dai pari) e come un ricercatore moderno procede per analogie ed esperimenti mentali. Per lui però la pittura è scienza poiché riproduce la realtà ma è originale (la nostra idea di scienza è invece quella di una verità assoluta, reale e sempre uguale).

E tutto ciò emerge in ogni singola opera in mostra.

Se tutto ciò vi affascina è la mostra che fa per voi.

Fino al 30 giugno.

Info: https://www.scuderiequirinale.it

(Foto mie)

16 commenti

  1. Che bella mostra, io adoro Leonardo da Vinci e mi piacerebbe davvero tanto vedere una mostra del genere. Purtroppo non riuscirò a visitarla, spero di vederne altre. Penso che per i 500 anni dalla nascita del genio organizzino diverse mostre ed eventi in giro per l’Italia. Mi informerò!

  2. Hopelesswanderer

    Anni fa ebbi la fortuna di poter visitare una mostra simile organizzata a Venaria, in provincia di Torino. Le ricostruzioni, così come le proiezioni degli scritti di Leonardo e l’eventuale traslitterazione in modo da rendere tutto più comprensibile, hanno creato un’atmosfera quasi magica, dove a farla da padrone erano la sete di conoscenza ma anche l’incredibile genio del maestro Da Vinci. Un’esperienza che rifarei subito!

  3. Articolo interessante ed informativo. La mostra sembra davvero ben strutturata anche se forse per me un pò troppo “tecnica”; ma d’altro canto capisco che e’ proprio questo il suo punto di forza. Sono sicura che al mio compagno (ingegnere) piacerebbe moltissimo. 😉

  4. Alessandra

    Esposizione interessante che fa ben capire quanto Leonardo era già molto avanti per i suoi tempi. Ha ideato oggetti e macchine ben prima che venissero realizzati. Ti consiglio, se non ci sei ancora stata, di visitare anche Vinci in Toscana dove troverai la casa natale di Leonardo e i musei leonardeschi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *