Sperlonga

Litorale laziale, provincia di Latina. Bandiera blu 2019; plastic free, nel circuito dei borghi più belli d’Italia. Questo ed altro è Sperlonga.

Il nome deriva dalle sue grotte naturali, fra cui la più famosa è quella di Tiberio, trasformata, come altre cavità, in lussuose ville, da possidenti romani, e poi abbandonata nel X sec. a causa delle incursioni dei pirati.

Turchi e Saraceni infatti fino al 1600 si avvicenderanno, a fasi alterne, nel dominio della città.

Archi, scalette e viuzze s’inerpicano su per lo sperone di roccia (S.Magno), regalando scorci inattesi e caratteristici.

Nell’XI sec. Il borgo era fortificato è dotato di due porte ancora oggi superstiti: Porta Carrese e Porta Marina. Entrambe recano scolpita l’aquila, simbolo della famiglia Caetani.

Sopravvivono anche tre torri di avvistamento: torre Truglia, torre Capovento e torre del Nibbio.

Meritano una visita la chiesa di Santa Maria di Spelonca (XI sec.) e di S.Rocco (XV sec.) e il Museo Archeologico che conserva i gruppi marmorei con le imprese di Ulisse, ritrovati nel 1957 nella grotta di Tiberio.

A Sperlonga potrete nuotare, praticare surf e vela, fare immersioni o partecipare alle attività della locale sezione del WWF. E se volete deliziare il palato con una piccola chicca non dimenticate di assaggiare i cornetti alla marmellata di mele cotogne del bar Fiorelli.

Cosa sono i “borghi più belli d’Italia

289 (più 3 onorari) centri abitati sotto i 15000 abitanti , rispondenti a circa 70 parametri di qualità architettonica, culturale, paesaggistica. Selezionati da un’apposita giuria.

Cos’è la Bandiera Blu.

Riconoscimento internazionale esistente dal 1987, conferito ogni anno in 49 paesi del mondo. Premia le spiagge (di mare e di lago) sulla base della qualità delle acque, del turismo sostenibile, della gestione dei rifiuti, della depurazione, della valorizzazione delle aree naturalistiche.

Info

Foto: mie, di Sara, Silvana e Vera (che ringrazio per la concessione)

49 pensieri su “Sperlonga

  1. Valentina scrive:

    Su Instagram sto vedendo varie foto di Sperlonga, quindi sono curiosa di scoprirla anche io… spero presto, perché sembra davvero carina. Poi quei vicoli mi fanno impazzire 🙂
    Per ora non ho in programma viaggi in Lazio, ma chissà un giorno farò una fuga a Latina 🙂

  2. Roberta scrive:

    Meravigliosa Sperlonga. Ci sono tornata un anno fa, un pomeriggio feriale di primavera. La bellezza! A meravigliarmi, soprattutto, la grotta di Tiberio e il museo archeologico, sensazionali. E poi la spiaggia, vuota a esclusione di qualche anima che voleva fare una passeggiata sotto i timidi raggi del sole. Belle foto!

  3. lisatrevaligie scrive:

    Io sono a dieci minuti da sperlonga, e vado spesso a passeggiare li. Mi piace perché nonostante sia molto gettonata il turismo è molto di élite, e non c’è mai confusione fastidiosa. Anche ad agosto!!

  4. antomaio65 scrive:

    Voglio assolutamente assaggiare il cornetto con la marmellata di mele cotogne! Fatto questo sono sicura che mi innamorerei di questo borgo così pittoresco, dei suoi vicoli e delle sue scale.
    Lo terrò presente per una prossima gita sul litorale laziale!

  5. anna di scrive:

    Ma sai che a Sperlonga abitava un mio vecchio amico, e lo prendevo sempre in giro per il nome della città. Ci sono stata talemente tanti anni fa che me ne ero quasi dimenticata. E’ davvero un gioiellino. Grazie a te che mi hai fatto ritornare indietro nel tempo

  6. Barbara scrive:

    Negli ultimi mesi ho letto spesso sul bellissimo borgo di Sperlonga, in cui purtroppo non sono mai stata. Per ora …
    Nei miei giri sono passata da Roma a da Napoli, senza mai fermarmi nella zona di Latina.
    Comincio a pensare che valga assolutamente la pena un viaggio per visitare quella zona e mi fermerò sicuramente a Sperlonga 🙂
    Bellissime foto!

  7. Veronica scrive:

    Ma sai che il Lazio non l’avevo mai considerato come regione balneare? E invece sto scoprendo non solo che ci sono delle bellissime spiagge ma anche dei bellissimi borghi. Mi piacerebbe troppo visitarla Sperlonga!

  8. Destinazione Irlanda & Uk scrive:

    Ci torno sempre volentieri a Sperlonga! L’ho vista parecchie volte, quando ero più piccola ed i miei zii andavano al mare li, andavo con loro. Oppure da grande con gli amici di quelle zone a mangiare un gelato in riva al mare. Mi è sempre piaciuta molto! 😊

  9. manustampacchia scrive:

    Bellissime le tue foto!!! Manco da Sperlonga da molti anni ma con il tuo articolo mi hai fatto venire voglia di ritornarvi e mi hai ricordato la sua atmosfera unica! Quando vi tornerò proverò sicuramente il cornetto che suggerisci 😉

  10. francesca scrive:

    Non conoscevo Sperlonga se non di nome e nella mia completa ignoranza credevo addirittura fosse nel nord Italia. Ho scoperto un posto davvero interessante grazie a questo post, grazie <3

  11. Irene Chinappi scrive:

    Ciao, solo una precisazione: la torre di Capovento è crollata nel 1996. In ogni modo le tre torri simbolo di Sperlonga erano Torre Truglia, Torre di Nibbio e Torre San Pietro tutte e tre nel borgo. I resto di queste ultime due sono ormai inglobati nelle costruzioni abitative de centro storico. Lungo la costa invece c’erano anche la torre di Capovento e la torre di Punta Cetarola. Sul mio sito trovi la storia completa della
    Torre Truglia http://www.amyclaeexperience.com/it

  12. Sognando Viaggi scrive:

    Non sono mai stata a Sperlonga, ma qualche anno fa i miei suoceri hanno avuto modo di visitarla ed ero rimasta colpita dalle loro foto, che immortalavano bellissimi scorci come quelli che hai fotografato tu!

  13. Viola scrive:

    A me Sperlonga piace molto! Per il mare e per il paese da visitare. Anzi, mi hai fatto proprio venir voglia di tornarci 🙂 In fondo abito così vicina, è un bel pò che non ci vado!

  14. ingirovagandomum scrive:

    Wow, questo borgo sembra davvero uscito da una cartolina! Non ho mai assaggiato un cornetto con la marmellata di mele cotogne – che adoro – e quindi mi hai fatto venire ancora piu’ voglia di visitare Sperlonga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *