Copenhagen (giorno 1)
Copenhagen (giorno 1)

Copenhagen (giorno 1)

Giorno 1

Zaino in spalla. Al collo la sciarpa che la mia compagna di avventure mi ha regalato pensando a questo viaggio a Copenhagen.Nella mente le informazioni della guida e i consigli di qualche caro amico. L’alba tinge con i suoi colori il decollo. Questa volta nessun buon proposito per il volo, ho troppo sonno, dormirò. L’eccitazione di arrivare in una nuova città e scoprirla con il naso all’insù è pari solo a quella che si prova prenotando un nuovo viaggio.

Un signore in alta uniforme(con tanto di spada) attraversa la strada. Subito Google viene consultato. È spiccicato al principe Henrik, marito della regina Margherita. Ma non può essere lui, è morto nel febbraio del 2018. Ci resterà sempre il dubbio sull’identità dell’uomo elegante. In che rapporti sarà con i membri della monarchia più antica d’Europa?

La vita qui si paga (cara) in corone danesi. Ma lo spettacolo del Nyhavn è gratuito. Diventa subito uno dei miei posti preferiti, dal momento in cui lo scorgo, inaspettatamente, girando l’angolo.

La passeggiata prosegue fra l’Opera, la chiesa di marmo, il palazzo reale, con tanto di cambio della guardia e proposta (accettata) di cambio camera superiore (free).

Lo shopping su Strøget Amagertorv è rimandato al pomeriggio, così come la Carlsberg è per cena. Ma i turisti sono tutti italiani?

E poi c’è lei…la sirenetta. La sua storia comincia così:

“Lontano, al largo dell’oceano dove è azzurra come il più bello dei fiordalisi e limpida come cristallo, l’acqua è profondissima…”(H.C. Andersen)

5 commenti

  1. Buongiorno, la tua foto con la sirenetta è bellissima, mi ha portato indietro nel passato. Tantissimi anni fa mio nonno mi portò dal suo viaggio a Copenaghen la foto della statua e la statuetta piccolina. Mi promise che mi avrebbe portata li un giorno con lui, chissà forse un giorno farò questo viaggio pensando a lui….ti seguirò 😊

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.