Roma: 101 e più
Roma: 101 e più

Libri senza parole-Destinazione Lampedusa- Palazzo delle Esposizioni (Roma)

Silent book: libri senza parole. Si tratta di albi illustrati che raccontano storie senza utilizzare il mezzo grafico, solo con le parole. Perfetti quindi per essere utilizzati ad esempio in un contesto multietnico e di accoglienza come quello di Lampedusa.

101 cose a Roma -3 Galleria Nazionale d’Arte Moderna

E’ strano come a volte i luoghi più noti non ci parlino più solo di arte o storia ma di noi, di pezzi della nostra vita lì vissuti. Mi capita girando per Roma con gli amici non descrivere più solo le bellezze storico-artistiche ma raccontare gli aneddoti che mi sono accaduti in giro per la città. Tipo quando Luigi ha forato davanti al Colosseo, di sabato sera, ed io ero tutta in tiro mentre lui cambiava la gomma. O quando sono stata in via di San Saba, una sera d’inverno, con Maria Laura, alla ricerca di Salvatore.

Roma: Batticuori di Jezek

-Anto andiamo ad una mostra oggi pomeriggio?- E Antonietta ancora una volta si fida di me.-Ok!Allora ci vediamo alle 15.30 ! A dopo!-La mostra in questione è Batticuori di Jezek (fino al 24 settembre), che ho già nominato parlando della mostra su Hollywood a Palazzo delle Esposizioni (infatti è nello spazio Fontana dello stesso palazzo).

101 cose a Roma: i nasoni

Da quasi 3 anni ho iniziato questo “progetto”. Ho preso in parola il libro di Ilaria Beltramme “101 cose da fare a Roma almeno una volta nella vita” ed ho iniziato a fare queste cose, in solitaria o trascinandomi dietro gli amici, in lungo e in largo per Roma, armata di macchina fotografica. Perché si, ogni cosa fatta è stata documentata fotograficamente e postata sui social con il numero di riferimento del libro. In attesa di concludere l’esperienza (me ne mancano 3!!!) condivido con voi questi 3 anni di avventure romane.